Senza valore

Dimmi che non e’ questo dimmi: domani sarà diverso, domani sarà altro

La gioia sta finendo e voglio ancora abbagliare di sorrisi ma nemmeno rido più

La mia voce è senza speranza nelle tue mani le mie illusioni intrappoleranno l’acqua un giorno e il sole apparirà in un dipinto

Tu dove sei ora? urlami la tua disperazione coraggio, mostrami le tue mani sporche toccami con la tua lingua arida

Sono affamato di luce e di pace di suoni e di mondi diversi questo ci ha feriti, ci ha mentito, ci ha tradito Ridammi il mio mondo, il mio raggiante volto, la scoperta rivoglio, la meraviglia ritorni

La grande utopia non rianima ora, nelle tue mani le mie ricchezze ingabbieranno le voci e cuciranno le labbra,

tu chi sei ora? quale volto userai ancora per ingannarmi?

la mia vita non conta le mani sono ferme, sono in alto, le mani sono vuote, non trattengono alcun colore

il dolore è rassegnato, le possibilità terminate

tu uomo chi sei, dove sei? pur in ginocchio a far la rana nelle tue lacrime non cambierai il tuo profilo

la tua morte antica ritornerà a far paura incastrerai te stesso tra le armi potenti, nelle armi impotenti di poteri senza senso, tra poteri senza peso, in poteri senza schiavi, in poteri senza guerre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *