Senza valore

Dimmi che non e’ questo dimmi: domani sarà diverso, domani sarà altro

La gioia sta finendo e voglio ancora abbagliare di sorrisi ma nemmeno rido più

La mia voce è senza speranza nelle tue mani le mie illusioni intrappoleranno l’acqua un giorno e il sole apparirà in un dipinto

Tu dove sei ora? urlami la tua disperazione coraggio, mostrami le tue mani sporche toccami con la tua lingua arida

Sono affamato di luce e di pace di suoni e di mondi diversi questo ci ha feriti, ci ha mentito, ci ha tradito Ridammi il mio mondo, il mio raggiante volto, la scoperta rivoglio, la meraviglia ritorni

La grande utopia non rianima ora, nelle tue mani le mie ricchezze ingabbieranno le voci e cuciranno le labbra,

tu chi sei ora? quale volto userai ancora per ingannarmi?

la mia vita non conta le mani sono ferme, sono in alto, le mani sono vuote, non trattengono alcun colore

il dolore è rassegnato, le possibilità terminate

tu uomo chi sei, dove sei? pur in ginocchio a far la rana nelle tue lacrime non cambierai il tuo profilo

la tua morte antica ritornerà a far paura incastrerai te stesso tra le armi potenti, nelle armi impotenti di poteri senza senso, tra poteri senza peso, in poteri senza schiavi, in poteri senza guerre.

L’illusione, il tempo…

Il tempo è un’illusione? forse,
ma io ci corro dietro da sempre,
mi soffoca l’idea di poterlo perdere,
di potermi perdere senza il tempo,
che cambia a modo suo,
che matura quando vuole
ed io ci corre dietro perdendolo e afferrandolo,
questa è l’illusione
l’illusione sei tu,
che nel tempo se ne va leggero
cancellando ogni traccia,
riprendendo con se’ ogni tenerezza,
ogni atto di clemenza,
ogni peso un tempo leggero,
ritorna con la sua pesantezza ordinaria e noiosa…..rdn

Prospettive temporali, Brompton Cemetery, London

Lenta revisione….

L’impasse del cuore
la confusione del senso comune
immobile il pensiero nel corpo caldo di chi non riesce a creare
Il taglio ad un albero toglie il respiro,
la fronte si bagna e una goccia si tuffa dal naso e scuote le labbra impavide a farsi leccare….rdn

Segreti di felicità…

Viveva la vita che sognava,
senza il sogno di una vita da sogno,
immerso nell’amore che da anni seminava,
scavava, cercava.

La verità senza compromesso, quella sua non degli altri
La verità di sé rispetto alla rotondità di un mondo,
in cui giocare era l’unico modo per vivere l’armonica energia che spinge al massimo la ricerca di luoghi sconfinati di bellezza
i luoghi di una vita sognata e possibile, i luoghi caldi e avvolgenti e familiari….i luoghi dell’anima..rdn