‘Restaurato’….

‘Restaurato’ dalla sua spontanea solitudine, si lasciò trasportare dalla quotidianità della vita e dalle nuove cariche amicali che andava ricercando lungo il cammino. Si ritrovò, così, in un luogo surreale, un pezzo di storia dove i folli erano i fantasmi custodi, e i guardoni i pazzi che abitavano intorno. Tra grate alle finestre e porte di un tiepido e usarato grigio, lo inebrio’ una musica conosciuta, che riscaldava L’ anima con la sua voce per nulla dolce, ma graffiante, disperata e arrogante. Avvolto da sconosciuti fumo’ all’inverosimile per esorcizzare la sua solitidune che aumentava alla vista di un abbraccio tra due innamorarti. Fu travolto, però, da una strana euforia scaturita forse dai sorrisi delle persone intorno a lui che gli trasmettevano allegria e senso di appartenenza. Si passò da un bar all’altro, si alternavano centinaia di volti interessanti, ognuno con una storia bella e brutta, ma una storia vera, di vita vissuta, ognuno la sua. Ogni luogo una musica diversa sensazioni diverse, ma le uniche coinvolgenti restavano i suoni che in qualche modo lo collegavano al suo passato, lo collocavano in un preciso nostalgico luogo…chissà perché…! Aveva bisogno, ora più che mai, di credere in un bel calcio di rigore, travolgente e vincente…rdn

 

14333749_10209117925818886_3057841043111484047_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Contenuto interessante? condivilo...!

Follow by Email
LinkedIn
Share
Instagram